Pixair di Geoprobe s.a.s

Droni in Geologia

Rilievi di pareti rocciose e frane

L’uso dei droni offre un chiaro vantaggio nel rilievo di aree o elementi poco accessibili. È anche il caso delle pareti rocciose la cui osservazione fino ad oggi può essere fatta solo per mezzo di ispezioni con rocciatori che eseguono le cosiddette “calate”. Il rilievo con drone non si propone in sostituzione di queste ispezioni che rimangono necessarie ai fini della caratterizzazione geomeccanica degli ammassi rocciosi.

Esso permette tuttavia veloci rilievi di grandi superfici, con possibilità di individuare le aree più critiche, fare riprese di dettaglio e decidere infine miratamente in quali zone eseguire le calate.

La facilità di ripresa fotografica, unitamente alla possibilità di creare modelli tridimensionali delle pareti oltre ad essere di supporto alla valutazione dell’ammasso roccioso, è un interessante strumento di archiviazione dei dati e di documentazione, nel tempo, dello stato delle pareti che richiedono periodici controlli ai fini della sicurezza.

 

Parete dolomitica, colata detritica 

Rilievo aerofotogrammetrico di prossimità eseguito nell’estate 2015 per rilevare una colata detritica che si è sviluppata dalla falda detritica alla base delle Torri del Vajolet

Torri Del Vajolet (Bolzano – Alto Adige)
by pixair

 

Anche nel caso di frane in terra l’uso di droni facilità le operazioni di rilievo che spesso sono poco accessibili e pericolose in seguito all’evento

 

Frana in terra – generazione ortofotocarta e curve di livello (Lana – Bolzano)

Ortofotocarta dell’area di frana

00 ortofoto

Indicazione dello stato originario (piazzale) e della nicchia di distacco

piazzale+nicchia

Generazione delle curve di livello

curve livello 0-5

 

Rilievo della frana del Corniolo (marzo 2010) – Modello 3d

Frana del Corniolo (marzo 2010)
by pixair

Rilievi di gallerie

Sono stati applicati con successo i principi fotogrammetrici nello studio di gallerie. Anche in questo caso la generazione di modelli 3D georeferenziati permette numerose successive rapide elaborazioni  utili ai fini progettuali.

Nel caso di seguito riportato l’applicazione del metodo al tratto iniziale del Rifugio antiaereo Hofer di via Fago  a Bolzano, da qualche hanno visitabile e gestito dalla Cooperativa TALIA di Bolzano.

Rifugio antiaereo in via Fago a Bolzano
by pixair